Fughe, 14 febbraio – 14 marzo 2020

Mostra personale

Galerie QVADRIGE – Art Contemporain

14, avenue Pauliani – Nice, France

14 febbraio – 14 marzo 2020

Vernissage giovedi 13 febbraio ore 18

In questa occasione verrà presentato un portfolio con cinque tavole originali dell’artista ‘La Musique, éperdument’ edito in 50 esemplari con testo poetico stampato a caratteri mobili di Alain Freixe  e un CD di Franco BallabeniGianluigi Nuccini 


Cerco di dire ciò che sento
senza pensare che lo sento.
Cerco di accostare le parole all’idea
e di non aver bisogno di un corridoio
dal pensiero alle parole (Fernando Pessoa)

Procuro dizer o que sinto
Sem pensar em que o sinto.
Procuro en costar as palava à ideia
E nao precisar dum corredor
Do pensamento para as palava. (fernando Pessoa)

LA MUSICA E’ RICERCA

Dopo molti anni – dal 1970 al 1982 – di ricerca artistica verso l’assoluto, di tensione verso l’immenso spazio che ci circonda e sovrasta , verso il mistero della vita e della morte, dopo tutti questi anni non avendo potuto immergermi in quel nihil (niente) se non un piacere individuale artistico di proiezione verso un altro-da-sé il mio pensiero si è rivolto alla gnoseologia moderna e soprattutto a Kant, che vede nell’immaginazione un lato a priori, cioè l’anticipazione di una espressione più compiuta. Ho incominciato a soffermarmi sul frammento, su ciò che resta, sui segni-segnali del nostro passato …Scritture arcaiche antiche, minoiche e micenee, etrusche, ricche di memorie decifrate o non decifrate, frammenti di terra, frammenti di poesia, frammenti di musica. L’immaginazione in primis, a seguire la concretizzazione in opera.

L’occasione di realizzare un portfolio con Jean Paul Aureglia, con cui ho condiviso moltissimi momenti sia espositivi che editoriali, mi ha spinto a relazionarmi nuovamente con la musica, soggetto sentito ed affrontato già in molti libri e carte d’artista verso la metà anni Ottanta e nel 1992 con sette grandi tele esposte al Palazzo dei Diamanti di Ferrara. Il portfolio contiene cinque tavole originali da me concepite con l’inserimento di spartiti ed arricchite di scritture e collages, affascinanti per le antiche carte, i caratteri, i numeri, le calligrafie, gli spazi, gli intervalli, i ritmi, gli umori e le situazioni cromatiche. Da questo stimolante universo ne ho colto i particolari, ho individuato frammenti, ho isolato alcune note, il tutto accompagnato da brevi citazioni come:

la véritable Musique c’est la recherche de l’Infini,

Die Musik ist Sublimierung,

la Musica è la continua ricerca verso l’inconoscibile ,

la Musica existe en la Geométria del alma,

the Music is the language of the soul.

Il portfolio sarà accompagnato

da un testo poetico di Alain Freixe – la cui struttura si basa: selon des variations Goldberg de Bach Des lambeaux de musique, des fragments, des partitions déchirées, des porte, des écritures, des notations et puis ces mots manuscrits qui accompagnent les cinq oeuvres de Fernanda Fedi, mots qui étoilent la musique sous le signe de la recherche à l’aide des mots ‘infini’, ‘silence’, âme, inconnaissable, sublimation… Realizzato e stampato a caratteri mobili dall’editore, a cui si aggiunge un CD ‘La musica è ricerca’ di Franco Ballabeni in collaborazione con Gianluigi Nuccini ispirato ai miei lavori e posto su disco vinilico .

Il tutto sarà presentato all’interno di una mia mostra personale con opere pensate e progettate ad hoc.

……….

Fernanda Fedi

Gennaio 2020

I commenti sono chiusi